Sentiero Drautto – Iditella (segnavia n°4)

Nell’abitato di Drautto in prossimità della sottostazione dell’ENEL (prefabbricato color nocciola) dove la strada comunale proveniente da San Pietro fa una curva a sinistra di 90°, sulla destra si diparte la stradella comunale Fossa – Salemma, a gradini in basolato tra le case, che sale rapidamente ad un pianoro che sovrasta l’abitato stesso. Mano a mano che si sale l’orizzonte si allarga fino a comprendere la baia di Calajunco e il Villaggio Preistorico.

Di qui il sentiero prosegue quasi in piano in direzione nord fino ad incrociare il sentiero n° 1 per Punta del Corvo che sale direttamente da San Pietro; si prosegue sempre in direzione nord – fare attenzione che all’incrocio si deve svoltare prima a sinistra e dopo due metri a destra (indicazioni sulle rocce a lato del sentiero) – prima in piano poi in salita fino ad entrare in un valloncello erboso con presenza di felci che si aggira per poi proseguire in salita più accentuata fino alla Punta Falcone (quota m 158) che domina con parete strapiombante l’abitato di San Pietro ed il porto ( ore 0,45).

Qui vale la pena fare una sosta per godere dello spettacolo costituito da tutti gli isolotti e scogli antistanti Panarea, da Basiluzzo alle Formiche, posti a corona dell’orizzonte.

Si riprende il sentiero, che diventa la strada comunale Coste -Iditella, scendendo con ripidi tornanti in direzione dell’abitato di Iditella in mezzo ad una rigogliosa vegetazione favorita dall’esposizione a nord est fino ad incontrare le prime case dove si incrocia il Sentiero della Scuola; si prosegue quindi per stradella a fondo in cemento fino a raggiungere l’attuale strada comunale, svoltando a destra si ritorna a San Pietro e quindi a Drautto al punto di partenza.

Si tratta di un percorso molto facile, che può essere percorso in entrambi i sensi, di grande effetto panoramico.


Visualizza i percorsi e i tempi degli altri sentieri.